Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Giardino di Palazzo Arese Borromeo - ReGiS
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Giardino di Palazzo Arese Borromeo - ReGiS

Cesano Maderno, Monza e della Brianza

Animali domestici vietati
Giardino storico
GalleryScopriVideo

Contatto

Via Borromeo, 41
20811 Cesano Maderno (MB)

Il parco di Palazzo Arese è accessibile da Via Borromeo, Via Garibaldi e Via Barbarossa

Ufficio cultura Comune di Cesano Maderno
Tel. +39 0362 5131
Fax: +39 0362 500066

Coordinate GPS:
Latitudine: 45.628374
Longitudine: 9.147331

Sito Web

Scrivi al giardino

Visualizza la mappa

Aperture

Marzo - Ottobre, dalle 9.00 alle 19.00
Ottobre - Marzo, dalle ore 10.00 alle 17.00

Visite guidate su prenotazione al Giardino e al Tempietto del Fauno

Eventi
Muoviti sotto le stelle: da maggio a settembre 2017
Cinema sotto le stelle: da giugno ad agosto 2017

Costi

Il parco è aperto ad ingresso gratuito

Palazzo: € 9,00
Ridotto (under 18; over 65): € 6,00

Servizi aggiuntivi
Su prenotazione visita guidata al giardino e al Tempietto del Fauno
Intero: € 9,00
Ridotto: € 6,00

Come arrivare
In auto
Superstrada Milano - Meda - Lentate/SP35 uscita 9 verso Binzago. La destinazione è a circa 3km dall'uscita della superstrada.

In treno
MIlano Nord Cadorna - Cesano Maderno servizio effettuato da ferrovie Trenord
Cenni storici
Il parco, nato contestualmente al palazzo, nella prima metà del XVIII secolo, per volere di Bartolomeo Arese, fu oggetto di ampliamenti e modifiche ad opera di Carlo e Renato Borromeo Arese. Alla fine del XVIII secolo il sito si presentava come un vasto impianto formale, da cui si diramavano due grandi viali, in direzione est e ovest che conducevano rispettivamente al serraglio e al roccolo, posto sulle prime alture delle Groane.

La palazzina tardo-barocca dialoga tuttora con il contesto paesaggistico di cui è parte, grazie all'affaccio sulla scenografica piazza a esedra, ma soprattutto attraverso la caratteristica loggia alla ''genovese'', elemento caratterizzante di questa residenza. Di fronte a essa si sviluppa il giardino formale, con aiuole a parterre contornate da siepi di bossi, per sottolineare la prospettiva centrale e lo schematismo compositivo dell'insieme architettonico e paesaggistico.

L'aspetto attuale del giardino, esteso su una superficie di circa 100.000 mq, è l'esito di accurati interventi di restauro promossi negli ultimi decenni dall'ente pubblico proprietario.

L'arredo architettonico di epoca barocca è stato quasi interamente mantenuto, a partire dalle sculture in arenaria di soggetto mitologico o allegorico, gran parte delle quali ancora oggi conservate, attraverso la Voliera e il Tempietto del Fauno, con la sottostante ghiacciaia, fino all'apparato decorativo del Ninfeo, ricavato nell'ala settentrionale della residenza come luogo di contemplazione, elemento di raccordo tra quest'ultima e il paesaggio circostante.

Al termine del cannocchiale prospettico, enfatizzato dal viale di carpini, si può ammirare l'esedra con la scenografica fontana a gradoni, originariamente alimentata dalla Roggia Borromeo che incanalava l'acqua della Valsorda fino ai giochi d'acqua del giardino. Oltre il limite dell'impianto formale si accede al ''lago ovale'', dove l'itinerario prosegue nel giardino all'inglese, con un migliaio di esemplari arborei tra cui si segnalano numerose piante secolari.

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.