Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Orto Botanico dell'Università di Catania
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Orto Botanico dell'Università di Catania

Catania

Adatto a famiglie
Animali domestici accettati
Eco friendly
Wi-Fi Area
Orto botanico
GalleryScopriVideo

Aperture

Tutto l'anno escluso domeniche e festivi

Aprile-settembre: da lunedì a venerdì, dalle 8.00 alle 20.00 e sabato dalle 9.00 alle 13.00

Ottobre-marzo: da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 17.00 e sabato dalle 9.00 alle 13.00

L'ingresso è consentito fino a un'ora prima della chiusura

Costi

Ingresso libero

Come arrivare
In auto
Da Messina: Autostrada A18 uscita Catania Centro. Proseguire fino all'arrivo per circa 7km.
Da Palermo: Autostrada A19 in direzione Messina fino all'uscita E45/A18 verso Messina/SS121/Paterno'. Dall'E45 uscita Misterbianco per SS121 verso Misterbianco/Catania Circonv./Paterno'. L'Orto si trova a circa 7km.

In treno
L'Orto dista 2km circa dalla Stazione Centrale di Catania

In aereo
Distanza dall'Aeroporto di Palermo Falcone e Borsellino: 250Km
Distanza dall'Aeroporto di Catania Fontanarossa: 8Km
Presentazione
L'Orto Botanico dell'Università di Catania, la cui fondazione risale al 1858 ad opera di Francesco Tornabene Roccaforte, conserva ancora oggi intatta la struttura originaria, sia nel disegno del giardino, sia nell'architettura dell'edificio neoclassico.
E' suddiviso in Orto generale e in Orto siculo.

Il tracciato quasi geometrico dei viali, che dividono l'Orto generale in quadri, si articola su due assi ortogonali i cui punti focali sono l'edificio della Scuola, la vasca a settori e la grande serra, detta Tepidarium.

Nell'Orto è custodita una notevole ricchezza floristica, che si distingue per alcune collezioni tematiche ma anche per la presenza di piante di grande pregio e rarità.

La collezione di piante succulente comprende esemplari coltivati in piena aria, dai monumentali Cereus, Opuntia, Euphorbia, ai pulvini spinosi di Echinocactus e ai Machaerocereus coperti di fitta lanugine bianca. In serra si coltivano le piccole Mamillaria, Lobivia, Matucana, le “piante sasso” dei generi Lithops e Gibbaeum, l'Agave victoriae-reginae e moltissime altre.

Un centinaio sono gli esemplari di Palme, appartenenti a circa 80 specie. Particolarmente apprezzate per il loro elegante portamento sono da citare Trithrinax campestris, Jubaea chilensis, Pritchardia hillebrandii, Wallichia densiflora, Rhopalostylis sapida, Medemia argun, Dypsis onilahensis.
Non vanno tralasciati alberi di considerevole sviluppo quali Taxodium mucronatum, Phytolacca dioica, Maclura pomifera, o, ancora, altre specie di particolare interesse, come Eucalyptus citriodora, le cui foglie profumano di limone, diversi imponenti esemplari di Dracaena draco, Chorisia insignis, Jacaranda mimosaefolia, Grevillea robusta, Ficus glabella.

Tra le Gimnosperme spiccano Macrozamia moorei, Ceratozamia mexicana, Cupressus macrocarpa, Agathis australis, Podocarpus neriifolia.

Infine l'Orto siculo, con la sua collezione di piante spontanee dell'Isola, costituisce sicuramente il settore più peculiare. Sono qui presenti, secondo una disposizione per ambienti naturali, specie arboree di grandi dimensioni, quali Quercus ilex e l'ibrido naturale Q. fontanesii, Ceratonia siliqua, Pinus pinea, oltre a numerosi pregevoli endemismi, come Zelkova sicula e Celtis aetnensis.

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Caccia al Tesoro Botanico
I più bei Giardini visitabili d'Italia aspettano a Pasquetta tutti i bambini per una speciale iniziazione botanica!

ARGOMENTO
Libri
Guide, manuali e libri fotografici per scoprire i più bei Giardini!

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.