Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Castello di Miradolo
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

PRIVACY POLICY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che questo modulo invia i dati "E-mail" e "Richiesta" da te inseriti direttamente ai responsabili del Giardino da te scelto. Tali dati non vengono archiviati dal Titolare del trattamento e hanno la sola finalità di fornire il servizio di contatto. Cliccando sul bottone "Invia" confermi di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati e autorizzi i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite e-mail.

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Castello di Miradolo

San Secondo di Pinerolo, Torino

Adatto a famiglie
Animali domestici accettati
Bookshop
Eco friendly
Parzialmente accessibile ai disabili
Ristorazione
Giardino paesaggistico
GalleryScopriVideo

Orari di apertura

Per conoscere gli orari di apertura consultare il sito della Fondazione Cosso oppure telefonare allo 0121.502761

Aperto su prenotazione anche oltre il normale orario di apertura

Ingresso

Ingresso parco: 10,00 euro comprensivo di audioracconto stagionale

Ingresso Castello: prezzo variabile secondo la stagionalità e gli eventi in corso

Come arrivare
In auto
Dalla tangenziale di Torino imboccare l'Autostrada del Pinerolese.
Al termine dell'autostrada proseguire su SR23 in direzione Sestriere fino all'uscita per San Secondo di Pinerolo. Alla rotonda seguire a destra le indicazioni per il Castello di Miradolo che dista 500 metri circa.

In treno
Dalla stazione di Torino Porta Nuova SFM Linea 2 per Pinerolo

In taxi
Per il servizio taxi per il Castello di Miradolo, rivolgersi al sig. Bertello (333 7266610).
Per assicurarsi la disponibilità, prenotare il servizio in anticipo.
Servizio in orario diurno (dalle ore 9 alle ore 18:30).
Cenni storici
Sede operativa della Fondazione Cosso, il Castello di Miradolo sorge accanto alle colline di Pinerolo, all'imbocco della Val Chisone e della Val Pellice, dove il Monviso regala agli occhi lo spettacolo della sua maestosa imponenza. Un parco di oltre sei ettari circonda la dimora, anticamente di proprietà delle famiglie Massel di Caresana e Cacherano di Bricherasio: ispirato al giardino informale inglese, si caratterizza per una forma vagamente ovale arricchita e resa piacevole da anse di rigogliosa vegetazione che si affacciano su un grande prato centrale. Il parco ha origini settecentesche e lascia trasparire ancora oggi gli orientamenti progettuali e il gusto di chi ne curò l'ampliamento nel corso dell'Ottocento conferendogli sembianze paesaggistiche di gusto romantico. Maestosi alberi centenari e specie esotiche colpiscono per la loro bellezza: all'ingresso del parco il visitatore incontra la radura dei tassodi, il Ginkgo biloba e l'ippocastano; poco più avanti il vecchio tasso che affaccia sul grande prato centrale. Le alte siepi di bosso che corrono lungo le mura di cinta accompagnano gli ospiti alla scoperta degli altri giganti del parco tra cui compaiono la sequoia, il bosco di bambù, il vecchio faggio asplenifolia e il liriodendro, l'albero più alto del parco. La presenza di numerosi corsi d'acqua e la posizione particolarmente felice da un punto di vista climatico, fanno del luogo un sito di notevole interesse anche dal punto di vista ecologico, rendendolo habitat ideale per molte specie animali e vegetali come le numerose varietà di ortensie. Il percorso intorno al Castello conduce inoltre alla scoperta della caratteristica torre a pianta circolare e della citroniera neogotica, ampio spazio per iniziative culturali, ricevimenti e meeting.

Nel 2017, a distanza di 10 anni da quando la Fondazione Cosso ha iniziato a prendersi cura del Parco è nato il progetto di valorizzazione Invito al Parco con nuovi supporti alla visita come l'audio racconto stagionale e le mappe, anche per non vedenti e non udenti. Visite guidate tematiche, laboratori, approfondimenti e attività per ogni fascia d'età hanno luogo tutto l'anno, nelle quattro stagioni.
Foto
Ristorante Piazza Duomo
Il Ristorante Piazza Duomo è situato nel centro storico di Pinerolo, di fianco al Duomo, a pochi passi dall'antico Palazzo dei Principi d'Acaja e dal Palazzo del Senato, in una posizione privilegiata per chi desidera percorrere a piedi le vie del centro lasciandosi rapire dalla loro bellezza. Il ristorante propone un menù ricco e variegato, costruito intorno alla ripresa di piatti e sapori della tradizione piemontese, e non solo, reinterpretati in modo inedito e raffinato. L'offerta è arricchita da una interessante carta dei vini con un'attenta selezione delle etichette.
Tre sale, ognuna con una precisa personalità: la sala dei rombi, degli specchi e dei velluti; ambienti contenuti nelle dimensioni ma ricercati nello stile regalano un'atmosfera raccolta e curata nei dettagli.
Antica Pasticceria Castino
Una pasticceria d'altri tempi, che vi conquisterà con prelibatezze dolci e salate della tradizione, ma anche punto di ritrovo per un aperitivo o un cocktail tra amici. È in questa pasticceria che l'aristocrazia di Pinerolo acquistava fino al secolo scorso i dolci per le feste e si riuniva la domenica dopo la Santa Messa celebrata nel Duomo, proprio accanto. Anche la Contessa Sofia Cacherano di Bricherasio, ultima erede delle famiglia e proprietaria del Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo, era solita recarsi in questo ''angolo dolce'', appartato sotto gli eleganti portici di Piazza San Donato a Pinerolo, per gustare una cioccolata calda oppure una fetta della famosa Torta Zurigo. Sì... perchè è proprio qui che verso gli anni Trenta del Novecento il pasticcere Giuseppe Castino si guadagnò grande fama mettendo a punto la ricetta originare della famora torta, da lui ideata per la principessa Jolanda di Savoia.
Il ricercato salotto liberty, il profumo dei dolci appena sfornati e l'ottima selezione dolce e salata vi conquisteranno!
Foto

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Caccia al Tesoro Botanico
I più bei Giardini visitabili d'Italia aspettano a Pasquetta tutti i bambini per una speciale iniziazione botanica!

ARGOMENTO
CAMELIE

ARGOMENTO
Musica

ARGOMENTO
Progettisti, creatori e giardinieri dei Grandi Giardini Italiani
a cura di Mariachiara Pozzana

ARGOMENTO
Ristorazione

21
/06

TERMINA IL 24 GIUGNO 2018
Avant-dernière pensée CONCERTO D’ESTATE da Steve Reich
IL CONCERTO SI FA IN 2

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Termini e condizioni

Iscrizione alla Newsletter

54.92.150.98 - Wed Jun 20 19:07:53 2018 (UTC Time)
Privacy Policy