Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Palazzo La Marmora
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Palazzo La Marmora

Biella

Giardino storico
GalleryScopriVideo

Orari di apertura

Tutte le domeniche dal 3 giugno 14 ottobre 2018
dalle 14.30 alle 18:30

Nei giorni feriali su prenotazione

Ingresso

Giardino: 5,00 euro
Casa Museo: 5,00 euro
Casa Museo e Giardino: 8,00 euro

Come arrivare
In auto
La stazione ferroviaria di Biella è Biella S. Paolo.
I principali collegamenti alla città si effettuano da Torino e Milano con cambio a Santhià o Novara.
Per raggiungere Torino Porta Nuova e viceversa ci si impiega indicativamente 1h20
Per raggiungere Milano Centrale e viceversa ci si impiega indicativamente 1h50
Per maggiori informazioni su orari e tariffe consultare il sito delle Ferrovie dello Stato www.trenitalia.com

In aereo
Aeroporto di TORINO CASELLE: sito web www.aeroportoditorino.it
Aeroporto di MILANO MALPENSA: sito web www.milanomalpensa-airport.com
Cenni storici
Quando nel 1499 Sebastiano Ferrero fu nominato ministro delle Finanze da Luigi XII a Milano, la sua famiglia abitava i due palazzi al Piazzo di Biella già da quasi due secoli, ma è a lui che possiamo ricondurre l'impianto rinascimentale del giardino che mette la terrazza affacciata su Biella, il sottostante ninfeo, le doppie rampe degradanti in relazione di intervisibilità con la basilica di San Sebastiano di cui fu committente. Questo impianto paesaggistico dei giardini e la presenza dell'“altissima torre” ottagonale sono testimoniati dall'affresco centrale della Sala dei Castelli (1623): una visione d'insieme si ha dalla piccola torre quadrata. Quando nel 1788 Celestino Ferrero della Marmora (padre dei quattro generali ) affida a Filippo Castelli la facciata neoclassica del palazzo, il giardino aveva assunto una più articolata struttura, pur mantenendo lo schema ortogonale.
Il giardino che vediamo oggi è nato invece dal gusto romantico di metà ‘800: la tradizione familiare – Palazzo La Marmora e il suo giardino sono della stessa famiglia fin dall'origine – narra dell'influenza di Jane Bertie-Mathew che divenne moglie di Alfonso La Marmora nel 1849. Quando avvenne la trasformazione non è noto, ma nel maggio 1865 l'ingegnere Gavosto redige una relazione sulle proprietà del marchese della Marmora, in cui dichiara esservi “un ampio e grandioso giardino inglese a mattina del fabbricato”, e descrive anche quella che oggi è chiamata Serra:“sul lato verso mezzodì ha un magnifico porticato a colonne binate, il quale trovasi provvisto delle opportune ferramenta con vetri per trasformarsi nella stagione invernale in una magnifica serra a fiori”. Questa Serra è da allora decorata da un Ficus repens che, modellato a festoni e campane, scandisce le otto arcate e stupisce per unicità ed equilibrio. Il Ficus Repens, il nespolo, il Cedrus libani e il Liriodendrum risalgono a quella trasformazione.

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.