Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Vigne di Petra
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Vigne di Petra

Suvereto, Livorno

Giardino paesaggistico
ScopriGallery

Orari di apertura

Tutto l'anno su prenotazione

Ingresso

Cenni storici
Petra sorge a Suvereto, in terra di Toscana. Un paesaggio di infinita bellezza dove il cibo è una fede e i vignaioli tramandano una tradizione che nasce con gli etruschi, ma porta traccia dei greci e dei latini, arrivando ad intrecciarsi con i francesi. Siamo proprio nel crocevia di questa storia, davanti al paradiso dell'Arcipelago toscano con le isole Elba, Giglio, Giannutri e Caprai. Siamo nel cuore delle colline metallifere e la costa, da Baratti a Populonia, è ricca delle memorie di questo antico popolo che attraverso il commercio marittimo ha conquistato ricchezze, ma anche mestieri e arti d'eccellenza. L'ha costruita l'architetto Mario Botta, ma il disegno è nato intorno al vino affinché la cantina fosse il più rispettoso strumento di trasformazione naturale dell'uva in vino. Tutto a Petra è naturale, anche l'energia che viene ricavata dal sole attraverso un piccolo lago. Le vigne, disposte a raggiera rispetto al fulcro produttivo, sono coltivate nel pieno rispetto della natura. Ricercare l'identità in questo contesto potrebbe sembrare facile, ma è uno sforzo che richiede umiltà e grande pazienza. Il patrimonio vitato è di 100 ettari e comprende sia la “vigna a corpo” dell'edificio principale sia particolari “cru”. Tutto è perfettamente biologico e all'uomo viene richiesto di esaltare l'identità dei suoli con la sua bravura. A Petra non si smette mai di fare ricerca perché si è consapevoli di essere al centro di una storia complessa, ricca e per certi aspetti magica. Recenti indagini hanno portato alla luce una bellissima storia che affonda le radici nella tradizione viticola francese. Come sono arrivati in questa terra i classici vitigni del Bordeaux? Li ha portati Elisa Bonaparte, nominata da Napoleone principessa di questi luoghi. Così si apre un nuovo capitolo a Petra e con esso la realizzazione di un giardino che restituisce al presente la bellezza del passato e con questa bellezza la biodiversità di specie arboree oramai dimenticate.
Petra fa parte del gruppo Terra Moretti, fondato da Vittorio Moretti e oggi guidato dalla figlia Francesca Moretti, artefice di un processo di conversione “verde” di tutte le tenute attraverso un innovativo sistema di strategie integrate nel campo della difesa biologica e della sostenibilità ambientale.

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.