Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Parco delle Terme di Levico
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Parco delle Terme di Levico

Levico Terme, Trento

Bookshop
Giardino storico
GalleryScopriVideo

Aperture

Il parco è sempre aperto

Costi

Ingresso gratuito

Come arrivare
In auto
SS 47 uscita Levico Terme. Seguire le frecce “PARCO TERME DI LEVICO”.Superare il sottopasso, seguire la strada principale, mantenendosi a destra. All'incrocio (STOP) girare a destra. Al terzo semaforo svolta a sinistra (in salita). Proseguire in salita fino all'ingresso del parco (cancello monumentale).
Il Parco delle terme di Levico si trova nel centro abitato di Levico Terme, a 19 Km da Trento.

Cenni storici
Con i suoi tredici ettari di superficie e un patrimonio arboreo di circa 570 maestosi alberi, il Parco delle Terme di Lévico è il più importante parco storico della Provincia di Trento. La sua storia inizia alla fine del XIX ed è strettamente correlata all'affermazione di Lévico Terme come città termale d'importanza europea.

Il progetto, elaborato dal paesaggista-giardiniere tedesco Georg Ziehl (1873 - 1953), trasforma un'area di campagna, dove parallelamente sorge un grand hotel con centro di cura, in una grande area verde abbellita da specie arboree, un Kurort dove si integrano le cure termali con passeggiate, elioterapia e relax.

Nel nuovo parco, di disegno informale, sono messe a dimora le specie arboree in auge nei parchi dell'Ottocento: Sequoiadendron giganteum, la sequoia gigante della California, Magnolia sempervirens la grande magnolia a fiore bianco, Fagus sylvatica ‘purpurea', il monumentale faggio rosso che ancora oggi domina l'area all'ingresso del principale viale di passeggiata, cedri e altre conifere, con esemplari della rara Picea orientalis, l'abete del Caucaso, Abies cephalonica e il nordamericano Pinus sabiniana.

All'interno del parco Villa Paradiso, l'elegante villino con elementi Liberty, sorge come casa del giardiniere e come come sede amministrativa e direzionale della società che gestisce sia lo stabilimento termale.

Il parco, recentemente interessato da un progetto di riqualificazione, oltre ai grandi alberi monumentali rimasti fortunatamente immuni da capitozzature, ospita ora centinaia di nuove specie arbustive raggruppate in aree tematiche: viburni, Cornus, Hydrangeae, spiree, rose e peonie.

In primavera fioriscono circa 50.000 bulbose di diverse specie: Galanthus, Leucojum, Muscari, Narcissus, Fritillaria e diverse varietà di Tulipani. I tappeti erbosi ospitano numerose specie erbacee da fiore.

Il parco è gestito senza uso di sostanze chimiche. Villa Paradiso è ora sede di una mostra sul parco e sul termalismo.

In primavera il parco ospita “Ortinparco”, un evento focalizzato sulle piante, orto e giardino.

Argomenti & Prossimi eventi

in corso

TERMINA IL 26 NOVEMBRE 2017
Il fall foliage nel parco storico

25
/11

TERMINA IL 6 GENNAIO 2018
il Mercatino di Natale di Levico Terme
Dal 25 novembre al 6 gennaio la magia del natale passa per il Parco degli Asburgo

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.