Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Articoli
Grandi Giardini Italiani
TwitterFacebook

PREMIO GREENCARE 2017

Alla ricerca del verde perduto

Al via la II edizione del Premio GreenCare. Il premio nasce con la volontà di riconoscere l'impegno di chi ogni giorno si occupa della cura delle aree verdi e di sensibilizzare gli amministratori pubblici ed i cittadini ad una maggiore attenzione verso i “polmoni di ossigeno” dell'area metropolitana di Napoli, importanti luoghi di aggregazione e svago.
Il Premio GreenCare, patrocinato tra gli altri da Grandi Giardini Italiani (Como) e dalla Fondazione William Walton - La Mortella (Isola d'Ischia, NA), come per la passata edizione, anche per quella corrente verrà assegnato a chi ha dimostrato impegno nella creazione, cura, tutela e valorizzazione di un'area verde, che sia un giardino, un parco, un'aiuola o un terrazzo. Sono stati i cittadini e le associazioni a segnalare, attraverso la pagina Facebook del Premio, chi ritenevano meritevole candidare per le 4 Azioni: cura di un'area verde privata; cura di un'area verde pubblica; impegno nel “verde”, realizzato da un'associazione o da un ente; introduzione in un'area verde pubblica di un elemento di arte contemporanea. A ciò si aggiunge un Premio Speciale dedicato ad una persona che nello svolgimento della propria attività dedica particolare attenzione alla cura del verde. L'anno scorso il premio andò al Presidente della Repubblica, onorevole Sergio Mattarella, per la più ampia fruizione dei giardini di Villa Rosebery attraverso l'impegno dei volontari del FAI Campania.

A giudicare le circa 250 segnalazioni ricevute una giuria d'eccezione che annovera illustri personalità che nel corso della loro carriera hanno dimostrato e continuano a dimostrare una particolare sensibilità al tema della cura del verde tra le quali spicca Judith Wade, CEO Grandi Giardini Italiani e Alessandra Vinciguerra, Presidente Fondazione William Walton e Direttrice dei Giardini La Mortella (Isola d'Ischia, NA).

La proclamazione dei vincitori avverrà nel corso di un evento pubblico il 13 luglio, alle ore 18.00, presso l'Unione Industriali Napoli. Prevista la presenza di Maurizio de Giovanni come testimonial d'eccezione e i componenti della giuria.

La novità dell'edizione corrente, come promesso lo scorso anno dall'ideatrice ed organizzatrice del Premio GreenCare, Benedetta de Falco, è il coinvolgimento degli alunni e docenti di alcune Scuole Primarie della Campania che hanno lavorato per la realizzazione di uno strumento di riflessione sul verde urbano. Ne è nato così un libro Dalla parte del vento, edito dall'Isola dei ragazzi e stampato gratuitamente in 2000 copie da Arti Grafiche Boccia. Una favola green, scritta da Giovanni Calvino, specializzato in storie “civiche”, che sarà distribuita in maniera gratuita alle Scuole che ne faranno richiesta e che si impegneranno a lavorare sul tema del verde durante l'anno scolastico, attraverso lo strumento rappresentato da questo libro.

Cura ed azione sono le parole chiave del Premio Greencare e dell'azione proposta dall'Associazione Gli Incisivi, attiva nel quartiere Incis di Ponticelli premiata lo scorso anno con un premio da 5mila euro. L'Associzione ha investito il premio nell'acquisto di moderne attrezzature utili ad una più efficace manutenzione delle aree verdi del quartiere, restituendo così alla fruizione porzioni di città messe a verde, fino a ieri inutilizzabili. L'iniziativa ha sensibilizzato l'amministrazione pubblica sul tema del verde che è tornato ad essere un elemento cardine dell'agenda politica del comune di Napoli, il quale ha istituito un tavolo per il Piano del verde in città, al quale stiamo dando il nostro contributo di esperienza. A ciò si aggiunge l'impegno della III Circoscrizione che ha varato il Vivaio di Municipalità per allevare nuove piante da destinare alla messa a dimora in città.

Il Premio GreenCare, consegnato al vincitore di ciascuna delle quattro azioni, è rappresentato da un'opera di design, disegnata dal Compasso d'oro Riccardo Dalisi, e realizzata dall'officina artigiana di migranti africani L'Avventura di latta. All'area verde pubblica vincitrice verrà assegnato anche un premio in denaro per la realizzazione di nuove piantumazioni, attrezzature e/o arredi.
Consegna Premio GreenCare 2017
Una delegazione di giurati e sponsor del Premio GreenCare consegneranno al direttore del Mann Paolo Giulierini il GreenCare 2017 per l'azione “Arte contemporanea inserita in un giardino”. L'appuntamento è per domani, mercoledì 15 novembre, ore 10.30, nella sede del Museo Archeologico Nazionale. Saranno presenti, tra gli altri, la presidente del FAI - Delegazione Campania Maria Rosaria de Divitiis, Michele Pontecorvo Ricciardi, componente del Comitato Promotore del Premio e main sponsor con l'azienda di famiglia Ferrarelle SpA, il cavaliere del lavoro Gianni Russo, sponsor dell'iniziativa con la Russo di Casandrino Spa, e l'ideatrice del Premio Benedetta de Falco.

“Siamo lieti di sostenere il Premio Green Care perché esso ci consente di proseguire quella stessa missione di educazione e sensibilizzazione alle tematiche ambientali che quotidianamente riversiamo nella nostra attività di imbottigliatori, fermamente convinti che il rispetto della risorsa acqua passi prima dal rispetto e dalla valorizzazione della natura e della terra di cui essa è dono” afferma Michele Pontecorvo Ricciardi di Ferrarelle SpA. “Riteniamo inoltre che tutte le aziende, come forma di riconoscenza e restituzione, abbiano il dovere di sostenere il proprio territorio e le sue bellezze, e il lavoro compiuto da Paolo Giulierini si muove in questa direzione, coniugando sapientemente beni culturali e ambiente”.

“Ho creduto nell'iniziativa fin dal suo debutto - dichiara Gianni Russo - Promuovere e diffondere l'amore e la cura per il patrimonio naturale del nostro territorio, rappresentano una mission ambiziosa, pulita ed elemento accrescitivo per alimentare nei giovani le coscienze civiche necessarie. Rispettare l'ambiente, curarlo e comprendere l'importanza della sua tutela, è il motivo ispiratore di GreenCare. Aver intrapreso un'attività di valorizzazione del verde all'interno del Mann, simbolo di cultura e conoscenza, rappresenta la fisiologica continuazione del progetto; il riconoscimento al direttore Paolo Giulierini, animatore della convergenza tra il green e le mostre di arte contemporanea, ne ravvivano ed arricchiscono i reali contenuti culturali ed educativi. È mia personale intenzione continuare a sostenere il progetto green care con la speranza che una più ampia platea possa accrescere nei confronti del nostro territorio una sempre maggiore sensibilizzazione alla tutela del verde”.

Il Premio GreenCare, nato nel 2016 per diffondere un senso civico più orientato alla cura del verde urbano pubblico e privato, da mercoledì sarà anche online con il sito www.premiogreencare.org. Attraverso il sito i docenti delle Scuole Primarie dell'Area Metropolitana di Napoli potranno iscrivere le loro classi (scadenza bando 30 novembre 2017) al programma/concorso GreenCare School: riceveranno gratuitamente il libro “Dalla parte del vento” per lavorare sul tema del verde con gli alunni.

La Giuria del Premio è composta da Alberta Campitelli, vice presidente dell'Associazione Parchi e Giardini d'Italia (Roma), Maria Rosaria de Divitiis, Presidente FAI Campania, Riccardo Motti, direttore dell'Orto Botanico di Portici (Università Federico II), Patrizia Spinelli Napoletano, Presidente Garden Club Napoli, Mariella Utili, Segretario regionale per la Campania del Ministero dei beni e le attività culturali e del turismo, Judith Wade, presidente di Grandi Giardini Italiani (Como), Alessandra Vinciguerra, presidente della Fondazione William Walton e direttrice dei Giardini La Mortella (Ischia), Simonetta Zanon della Fondazione Benetton Studi Ricerche (Treviso).

La motivazione del Premio GreenCare 2017 al Mann
Il Premio GreenCare 2017 per l'azione “Introduzione in un'area verde pubblica di un elemento di arte contemporanea” è assegnato al Mann per le mostre allestite nei cortili interni: Pontifex Maximus di Alexey Morosov e Reperti impossibili di Michele Iodice. Dopo un attento lavoro di restituzione alla fruizione dei due cortili interni dello storico Museo Archeologico Nazionale di Napoli, attraverso ampie aiuole, rigenerate con prato e piante ben curate, è stata intrapresa un'attività di valorizzazione dei due spazi verdi, introducendovi periodiche mostre di arte contemporanea: felici innesti, soprattutto installazioni site-specific, che hanno evidenziato la bellezza dei cortili a giardino in un dialogo continuo che esalta la funzione degli spazi a verde. E' una doppia restituzione alla collettività: l'accoglienza in quei luoghi viene proposta da una o più opere di arte contemporanea per offrire al visitatore un'ulteriore esperienza di visita con un valore pedagogico contemporaneo. Lo sguardo del visitatore può continuamente sperimentare uno spazio verde, sempre eguale nell'impianto botanico, eppure sempre diverso perché nuovo è ogni volta il dialogo tra il verde e le opere d'arte, generando curiosità, nuovi percorsi emotivi e la voglia di ritornarvi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.